2019, L'ANNO DI LEONARDO DA VINCI

2019, L'ANNO DI LEONARDO DA VINCI

In Italia, Milano farà la parte del leone. Del resto, nessun’altra città ha avuto come il capoluogo lombardo il privilegio di una presenza di Leonardo così lunga e feconda. Un legame durato circa vent’anni, un connubio che va ben oltre il titolo del palinsesto d’iniziative che la città dedica al cinquecentenario della morte del genio più eclettico della storia.

Sotto la supervisione del “Comitato di coordinamento Milano e l'eredità di Leonardo 1519-2019” alcune manifestazioni sono già cominciate. Lo scorso luglio si è aperta la Leonardo da Vinci Parade, rassegna organizzata dal Museo della Scienza e della Tecnologia che ha presentato un percorso tra arte e scienza, esponendo i modelli più rappresentativi delle macchine di Leonardo realizzate in occasione dell'apertura al pubblico del Museo nel 1953 (allora si celebravano i 500 anni dalla nascita).

Il programma degli eventi dedicati a Leonardo è inevitabilmente collegato anche all'Ultima cena, conservata nel refettorio di Santa Maria delle Grazie. In prossimità della chiesa il Polo Museale della Regione Lombardia, ha già allestito dallo scorso 13 ottobre (fino al 13 gennaio 2019) la mostra Leonardo da Vinci: prime idee per l'Ultima cena, con cui si intende offrire al pubblico la possibilità di osservare e studiare anche i disegni preparatori dell'opera più mistica del pittore toscano, così da scoprirne il tortuoso processo creativo e anche il risultato finale.

Le celebrazioni vere e proprie prenderanno il via il prossimo 2 maggio e dureranno fino al gennaio 2020. Si comincerà dal Castello Sforzesco, vero e proprio centro propulsivo di tutte le attività